Sui Fiumi Di Babilonia – Bianchi

  • Version
  • Scarica 1
  • Dimensioni file 228.97 KB
  • Data di Pubblicazione 18 Luglio 2020

Il Salmo 136 si ricorda ai Vespri del martedì della quarta Settimana. Il testo evoca la tragedia vissuta dal popolo ebraico durante la distruzione di Gerusalemme, avvenuta nel 586 a.C., e il successivo e conseguente esilio babilonese. Siamo di fronte a un canto nazionale di dolore, segnato da un’asciutta nostalgia per ciò che si è perso. Questa accorata invocazione al Signore, perché liberi i suoi fedeli dalla schiavitù babilonese, esprime bene anche i sentimenti di speranza e di attesa della salvezza con i quali si inizia il cammino di Avvento (tempo liturgico che precede il Natale ed è preparatorio allo stesso: nei riti cristiani occidentali segna anche l'inizio del nuovo anno liturgico).

Sui fiumi di Babilonia, là sedevamo piangendo al ricordo di Sion. Ai salici di quella terra appendemmo le nostre cetre.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi